Sono iniziate le vacanze e mi è venuta l’influenza. Segregata in camera dalle mie figlie che non tralasciano complimenti (mamma puzzi), aspetto il Natale. Un pranzo intorno ad una tavola imbandita a casa di mia sorella (felicemente sposata) in cui cercherò il mio posto singolo.  Primogenita, divorziata, per mia madre sono una ciambella senza il buco. I miei nipoti canteranno una canzoncina e io mi abbufferò di pandoro gonfiandomi a mo di rospo. Tornerò a casa mesta e le mie figlie pretenderanno di vedere una commedia romantica sul divano con me in mezzo. Per questo scrivo e corro ( solo nella mia mente). Provo a salvarmi.

Rispondi