Scusate se mi prendo questo spazio di scrittura innanzitutto per dirvi grazie. Ho aperto il blog il 23 di dicembre e il giorno dopo pensavo già di chiuderlo. La tecnologia non mi appartiene, quindi ho dovuto chiedere aiuto a un amico caro e, schiacciando qua e là, ho iniziato a farlo funzionare. Come vedete le immagini non sono perfette, ma è giá tanto se sono riuscita a inserirle! Avevo domandato a mia figlia, un’adolescente di quindici anni, di farmi un disegno in bianco e nero con un cuore rosso e lei dopo qualche giorno me l’ha buttato sul tavolo, il foglio era tutto stropicciato, e mi ha detto: “Fa schifo, non lo mettere!” Ovviamente, da buona mamma ho fatto il contrario. Ed eccoci qui. Io e lei. E tutti voi.

Quello che mi premeva dirvi è che, ad oggi nel mondo ( gli articoli sono arrivati persino in Congo) avete visitato il blog in 52000 e i numeri crescono di minuto in minuto. Il che ci sembra incredibile. A me, a Ludo, all’altra mia figlia Matti, al mio compagno e ai suoi due figli che stanno partecipando con entusiasmo a questa avventura. (Siamo una ciurma).

Quello che scrivo lo penso, ma come tutti, razzolo malissimo, quindi anch’io sono in contraddizione costante con me stessa. Comunque,  ciò che mi preme dirvi è che la scrittura non ha senso se è fine a se stessa.

Non conosco i vostri volti e non vorrei che restaste dei numeri. Vorrei sapere, condividere, prendere spunto dai vostri consigli, o dalle vostre preoccupazioni. Vorrei essere partecipe, altrimenti ha poco senso. Purtroppo, ho questo brutto vizio di cercare il senso nelle cose che faccio. Quindi vi chiedo di lasciare una traccia nel blog, qualcuno lo sta facendo e quando succede è bello. Un po’ è come incontrarsi. Vi ringrazio tanto per la partecipazione.

Come ho già detto: insieme è più bello.

P.s=la mia massima fonte di ispirazione sono i marmocchi che vedo a scuola ogni giorno. Sono una semplice maestra, ma felice di quello che faccio.

Ps= e voi, dall’altra parte del mondo scrivetemi come volete. Troverò un modo per incontrarci. Ne sono sicura.

Grata. Penny

15 comments on “Alcune notizie di noi.”

  1. Sono risultati strabilianti, hai ragione ad essere felice e stupefatta! Un blog è partecipazione, hai ragione. Trovare qualcuno che ci accompagni è il nostro più grande desiderio quotidiano. Ti auguro di soddisfarlo presto. A te e alla ciurma! A presto

  2. Anch’io vivo il blog alla tua maniera. Ti ho scoperta solo ieri e sono già dipendente da te.
    Ho tre bambini, sono una maestra (ma per persone adulte) e una delle mie bambine si chiama Ludovica.:-)

  3. Non avevo dubbi fossi una maestra..anche io sono una maestra..e questo mestiere affina il cuore! Tra l’altro ho conosciuto il tuo blog perche’alcune mamme dei miei bimbi lo hanno condiviso su FB, pensa te! Complimenti e continua cosi..le tue parole mi scaldano il cuore, grazie! Nina

    • Grazie Nina, sapere che altre insegnanti condividono il mio pensiero è confortante. Come sai il mondo della scuola è vario. Un abbraccio, a presto. Penny

  4. Buonasera Penny, non solo le tue parole scaldano il cuore ma i disegni di tua figlia fanno bene all’anima. Anch’io sono un’insegnante e anch’io cerco di disegnare un’illustrazione ogni volta che pubblico un articolo ma quelli della tua “bambina” sono poesia. Un abbraccio

Rispondi