Ci meritiamo un posto che ci appartenga.

Un amore che non pretenda di salvarci.

Di esistere al di lá delle cose che dobbiamo fare.

Ci meritiamo la passione. Che l’impegno non ci basta. E il progetto matrimoniale da solo neppure.

Ci meritiamo di “sentire”, anche se il tempo passa. Che non é mai troppo tardi.

Ci meritiamo un cambiamento. Di non essere messe in una teca.

Di decidere, anche se nove su dieci facciamo una cazzata.

Di chiudere dei ponti. E aprirne di nuovi.

Di viaggiare.

Di essere sorprese da una quotidianitá che anestetizza.

Di essere lasciate con dignitá. E di lasciare senza subire abusi, recriminazioni e morte.

Ci meritiamo quando finisce l’amore che la delusione assolva il suo compito e spezzi l’incantesimo.

Ci meritiamo di non essere inventate perché avete scoperto che non eravamo come volevate.

Né di essere a immagine e somiglianza di qualcuno.

Ci meritiamo un sogno in cui siamo protagoniste e non comparse.

La veritá.

Di non essere sempre responsabili.

Di non mettere tutto il resto prima di noi.

Di non fare finta.

Di essere mogli dei propri mariti e non madri.

Di mandare a quel paese le suocere ogni tanto se ci trattano male. 

Ci meritiamo di scegliere ció che ci fa star bene.

Di essere abbracciate nelle sere d’inverno quando siamo tristi.

Di svalvolare che ogni tanto fa bene.

Ci meritiamo delle scuse quando ci ferite.

Di essere amate come vorremmo.

Di scendere a patti oppure no.

Di non morire di noia.

Di scegliere se e quando.

Di avere bisogno.

Ci meritiamo una storia piena. Che abbiamo una vita. Questa. E nulla è scontato. Non piú. Non noi.

E se un giorno prendiamo un’altra strada ponetevi delle domande. Quelle che non ci sono state fatte.

Bussate. Se ci siamo ancora potremmo aprirvi. Se la stanza é vuota ci stiamo cercando un posto. Tutto per noi. Che ce lo meritiamo. Mi sa. 

Penny

4 comments on “Quello che ci meritiamo.”

  1. non ho parole, per descriverci, solo le tue e le lacrime per questa sana verità. Stammi vicina perché sto ricostruendo me stessa.

    • Mi sa che sta lì il problema Luisa, quanto ci concediamo. Gli altri usano il nostro metro per avere a che fare con noi e se non sappiamo darci valore o riconoscerci delle cose, loro non lo faranno di certo. Quindi dobbiamo rimboccarci le maniche e darci da fare per volerci bene. Ti bacio Penny

Rispondi