Lasciate che i bambini saltino nel sole e nuotinino sugli alberi.

Che si addormentino sotto i tavoli e leggano gli oroscopi alle nonne.

Che mangino le storie con il salame, e ascoltino di che pasta é fatto il cuore di un uomo.

Che scalino le nuvole  e corrano a perdifiato sui nostri corpi. Che ci si arrampichino, e sappiano che hanno una storia.

Lasciate che usino pinne al posto delle ali. E mettano la maschera e il boccaglio sotto la neve.

Che infilino le braghe dalla testa e  il cappello al posto dei calzini.

Che parlino a caso e inventino le parole. Che sono belle le parole dei bambini, e hanno sempre un senso.

Lasciate che salgano su un barcone e pensino che ci sará un luogo buono per loro. E nessuno gli dirá che devono tornare indietro.

Lasciate che facciano l’albero di Natale d’estate, e pensino che la fatina dei denti abbia un ripostiglio in ogni cantina.

Che continuino a non conoscere la differenza tra il bianco e il nero, che il mondo lo vedono a colori.

Lasciate che i bambini si stupiscano di fronte alla stupiditá umana e ne abbiano paura.

Che facciano torte di sogni e sogni di biscotti.

Che si addormentino di giorno e giochino di notte. Quando c’é buio e gli adulti non li disturbano. Disfino castelli e buttino giú torri. Che intanto  poi li ricostruiscono con pazienza. E si esercitano per i crolli.

Lasciate che cerchino una stella e pensino che, quando saranno grandi, andranno a piedi sulla luna e ne faranno formaggio. Dividendolo con gli amici.

Lasciate che i bambini siano bambini. Che sanno pensare al mondo meglio di quanto facciamo noi. E riescono a immaginarlo per ciò che è.

A inventarlo ancora.

E se li lasciamo fare, chissá che non diventi un posto migliore in cui credere.

Penny

10 comments on “Lasciate che i bambini siano.”

    • Mi sono commossa. Il tuo nome contiene tanto, chissà se lo sanno le persone che ti stanno vicino e se lo sai tu. Baci Penny

  1. che tutti i bambini del mondo che ci sono e ci saranno possano vivere la loro fanciullezza in salute e felicità 🎈🎈🎈🎈🎈🎈🎈🎈🎈🎈🎈🎈🎈🎈🎈🎈🎈🎈

  2. Meraviglioso questo tuo scritto!!!
    Sono arrivata a te tramite Comune Info….ed ho trovato un blog bellissimo!
    Ho fatto un giretto leggendo qualche post e mi piace un sacco cosa e come scrivi…complimenti!
    Mi sono iscritta e ti leggerò con molto piacere 🙂
    Serena

  3. Ciao Penny,
    ho conosciuto questo tuo blog grazie ad una cara amica francese che mi manda un seminìo di spunti belli: tra questi anche il tuo blog. il tuo post è una descrizione bellissima dei bambini felici, appunto quando vengono lasciati di fare ciò che l’espressività loro richiede…mi ha però colpito che tu abbia messo al centro di questo scritto una frase, verissima, che però , proprio perchè centrale, sembra un sussulto in ciò :”Lasciate che i bambini si stupiscano di fronte alla stupiditá umana e ne abbiano paura.” Non è una attività gioiosa come tutte le altre dello scritto anche se davvero “augurabile”, per la loro tutela e per la realtà di buona parte del mondo. Tuttavia mi sono chiesto così, di impulso, come mai tu abbia inserito questa frase centralmente: è solo una mia impressione o “pippa” mentale, o una esagerata percezione di una tua espressione immediata dell’animo, oppure c’è un motivo? sembra come un colore scuro in una tavolozza di chiari. Sereno proseguimento di settembre a te ciao :)!

    • Caro Martino, ho capito chi è l’amica. Spesso vedo il tuo nome vicino al mio.
      Mi fa piacere che tu mi abbia scritto. Per quanto riguarda quella frase, non è un caso. Credo che più di noi i bambini sappiano cosa sia giusto e cosa non lo sia. Quanto l’uomo faccia cose “stupide” ad altri uomini. Che portano sofferenza e creano distanza. E le tonalità di scuro sono necessarie. Sempre. Per poter vedere le tonalità di chiaro. Grazie. Ci ritroviamo lì in mezzo a un numero che a me è caro. A presto Penny

Rispondi