Farei di tutto per le mie figlie, per questo faccio di tutto per me. In questo periodo privo di prospettive cerco di stare in piedi, ma non solo. Progetto. Apro spiragli e corro dietro ai sogni, anche quelli impossibili.

Ho paura, ho tanta paura. Il tempo che viviamo non è stato mai così precario. Eppure non possiamo fare altro che andare avanti.

Eppure mi basta guardare le mie figlie negli occhi per sapere che questo è il mio posto. Che non ne esiste un altro.

Mi basta guardarle negli occhi per capire che è necessario spingerle verso la fiducia. Promettere che le cose cambieranno. Che andranno meglio. Che non dobbiamo smettere di costruire il futuro.

Mi bastano quegli occhi per sapere che hanno bisogno di me, ma soprattuto, hanno bisogno che non rinunci alla mia esistenza.

Hanno bisogno che io continui a lottare per le cose in cui credo, che non smetta di aspirare, proprio adesso.

Hanno bisogno di sapere che mi sento parte di qualcosa di più grande, contro il desiderio di chiudere la porta a doppia mandata e ripararle da tutto.

Mi basta guardarle negli occhi per credere ancora nell’umanità, per sapere che sapremo essere migliori e ricominceremo ancora.

Non mi arrenderò alla paura, non soccomberò. Scoverò per loro e per me orizzonti e scorci in cui infilare lo sguardo. Vado avanti, spesso, mi frantumo ma vado avanti.

Sono io quella che gli apre la pista, ora più che mai. Cerco e respiro la bellezza che mi circonda, anche se è dura; anche se viene voglia di arrendersi all’ineluttabile.

Eppure mi basta guardare le miei figlie negli occhi per sapere che non ho altro modo di occuparmi di loro se non quello di occuparmi di me e del mondo a cui apparteniamo.

E tutte le volte che riesco a scovare la bellezza gliela porto in dono, insieme alla perseveranza e alla libertà di continuare a sognare.

Di continuare a credere. In se stesse. Negli altri. Nell’esistenza. In me.

Penny ❤️

Se volete cercarmi questi sono i link del mio romanzo e del mio albo illustrato. In uscita a giugno un libro di letteratura per l’infanzia.

http://old.giunti.it/libri/narrativa/il-matrimonio-di-mia-sorella/ https://www.ragazzimondadori.it/libri/ai-figli-ci-sono-cose-da-dire-cinzia-pennati/

Rispondi