felicità.

Sta succedendo tutto così in fretta.

Sta succedendo tutto così in fretta e io non l’avevo capito. Che la vita è un soffio. E tutto cambia. Il corpo è un altro. Il sentire pure. E voi siete cresciute. Accatasto i ricordi e prego di ritrovarne ancora. Vorrei sapere cosa fare quando spiccherete il volo. Volevo essere radice. Chissà se lo sono […] Read more…

L’amore ha un nome proprio.

L’amore ha un nome proprio.  È un “io e te” che diventa noi, a volte. È fatto di deviazioni e ferite. Paure e oscillazioni. Ha dei segreti, che non si può sapere tutto. Ha curve, tornanti e salite. L’amore non è “rosa e fiori”. Nemmeno un uomo alla finestra. L’amore entra e sta. E se […] Read more…

Siamo persone. Sembrerebbe.

Per i bambini non esistono confini. Se non quelli che mette l’uomo. Siamo persone. Sembrerebbe. E di fronte alla tenerezza non possiamo che inchinarci. E chiedere scusa. Per le differenze che creiamo. I muri che costruiamo. Per le reti. Il filo spinato. La paura che instilliamo. Siamo persone. Sembrerebbe. Di sicuro lo sono i bambini. […] Read more…

Il dolore. La sorpresa di non conoscersi.

I pentolini, la cucinetta, le bambole, sono lì, nella casa dei ricordi; la cura, quella per gli altri. Se in classe chiedo di mettere a posto, sono le bambine che si muovono subito. Se lo chiedo a un bambino, è quasi incredulo. Mi guarda e mi chiede: “Perché io?” Non che la domanda sia sbagliata, […] Read more…

Fai la cosa sbagliata.

Ogni tanto dovrei fare la cosa sbagliata. Dovrei dare i numeri, ad esempio. Uscire con le ciabatte quando piove. O darmela a gambe. Mettere i calzini in frigo. La frutta nei cassetti delle mie figlie. Lasciare i vestiti sulle sedie finchè non diventano montagne. Prendere e partire senza lasciare un biglietto. Non fare regali, nemmeno […] Read more…