Cinzia Pennati - Il Matrimonio Di Mia Sorella

Scuola

Le bambine sanno.

Un bambino ha portato a scuola un libro “Le femmine non mi piacciono perché…”, le illustrazioni sono meravigliose, i contenuti, spero provocatoriamente, pieni di stereotipi. Si parla di fiocchetti, ballerine, spione. I maschi ridono, le femmine aggrottano la fronte. Alla fine della lettura chiedo a tutti che lavoro desiderano fare da grande. I maschi mi […] Read more…

Gli occhi di un bambino.

Guardate bene gli occhi di un bambino. Maschio o femmina che sia. Guardateli quando vi consegna un lavoro, un prodotto, un disegno. Le cose che ha fatto. “Sei davvero bravo” gli dico, “sono proprio fiera di te. Sei cresciuto e si vede. Continua a impegnarti”. Anche se il suo lavoro è mancante di qualcosa o […] Read more…

Quando in classe di tua figlia c’è un disabile.

Lei va a scuola. Liceo. In classe ha due ragazzi con disabilità. Uno di questi è autistico. Lei è abituata ad avere in classe compagni diversamente abili. Nelle scuole che ha frequentato c’è sempre stata un’integrazione piena. E io le ho scelte proprio per quello. “Lui parla da solo” mi dice, ” lo portano fuori […] Read more…

I bambini incapaci.

Non perdete la speranza, mai. Abbiate fiducia perché arriverà un giorno in cui qualcuno riuscirà a guardarvi con occhi nuovi. Magari ci vorrà pazienza e perseveranza ma, voi, saprete resistere. E quando quel qualcuno vi prenderà per mano sarà tutto più semplice. Saprà cercare quello che non è visibile agli occhi, che nemmeno voi riuscite […] Read more…

Un bambino vale un bambino.

Tra poco ritornerò a scuola. I bambini avranno tante cose da raccontare, ne sono sicura. Anche quelli che non hanno fatto niente racconteranno cose. Perché loro sanno sperare, sempre. Credono nei grandi. E pensano che niente di brutto potrà succedergli se avranno accanto una madre, un padre, un adulto a cui appoggiare il cuore. Come […] Read more…

Noi insegnanti non siamo avversari.

Quando le tue ex alunne si incontrano per una cena, si fanno una foto e te la mandano. E tu sai che un po’ ci sei, anche se non ci sei più. Ci sei stata quando erano piccole, però. E ricordi tutto, come un’ emozione. E quello che ricordi non ha a che fare con […] Read more…