Non conosciamo ragioni quando amiamo.

Alcune relazioni ci fanno soffrire. Sono male dell’anima. Eppure é quello che ricerchiamo.

Il nostro cuore insiste. Non demorde.

Attendiamo un uomo che si fa attendere.  O che non c’é. Che fa promesse vane.

Non conosciamo ragioni. Se non le sue. E il nostro cuore viene stracciato e fatto in mille pezzi.

Sappiamo cosa dovremmo fare. Andare lontano. Ma più ci fa male più ci incatena. In una spirale senza fine.

Un mal d’amore che ci fa bene. Cosí crediamo.

Amiamo le sue disattenzioni, il suo tirarci dentro e chiamarsi fuori. La promessa di un futuro che non arriva mai.

Il mal d’amore sa come distruggerci.

Qualcosa che fa tremare le ginocchia, ma ogni volta ci rimpicciolisce un po’ fino a farci scomparire.

Non esistiamo più, se non nelle parole che ci dice, nelle fusa che ci fa.

Ci prende e ci porta via con sé. Piano piano.

Dobbiamo imparare a tornare. Togliergli potere. Riprenderci quello che é nostro, il cuore che ci appartiene.

Può fare male il mal d’amore fino a quando glielo permettiamo.

Fino a quando ciò che siamo non ritrova il suo valore. E il suo posto.

Il mal d’amore non é amore. Ma solo male. Dovremmo saperlo.

E la sofferenza che porta con sé non é altro che qualcosa di irrisolto nella nostra vita.

L’amore sta accanto. Non é mai mal d’amore. Ci fa stare bene. Da quello e quello soltanto lo riconosciamo.

Il resto é maschera. E inganno. Ama se stesso, e non noi.

Penny

 

 

9 comments on “Quel maledetto mal d’amore.”

  1. eh….10 anni di un amore cosi’ e altri 6 per uscirne mentalmente. E’ stata dura ma ce l’ho fatta e la vittoria e’ piuttosto recente. Analisi perfetta! 10 e lode! 😉

Rispondi