Se fossi una madre

dentro a una guerra

che non è la mia

Mi farei scudo, per lui.

 

Se fossi una madre

nasconderei mio figlio in una valigia

dentro a un camion

su un barcone

Sarei stiva, per lui.

 

Se fossi una madre

scavalcherei il filo spinato

abbatterei i muri

scalerei le montagne

Rischierei la vita, per lui.

 

Se fossi una madre

attraverserei il deserto

soffrirei la sete

Mi fare schiava, per lui.

 

Se fossi madre

cercherei di portarlo lontano.

Dove la guerra non c’è.

 

Mi farei corazza. Ombrello.

Grembo. Teleferica. Madonna. Puttana.

Farei di tutto, per lui.

 

Se fossi madre

avrei una speranza.

Che altre madri

lo portassero in salvo.

 

Se fossi madre

inventerei storie di pace

Mi trasformerei in sogno, per lui.

 

Una notte qualunque.

Sotto un cielo senza stelle.

Ne inventerei uno nuovo, per lui.

Penny

Sosdonne.com

6 comments on “Se fossi una madre.”

  1. Meravigliosa Penny…
    Poi contiene, oltre al concetto di madre, un’altra verità. Ognuno di noi, nelle stesse condizioni, farebbe quello che fanno i migranti. Alle volte lo dimentichiamo, ma siamo tutti umani

Rispondi