Cinzia Pennati - Il Matrimonio Di Mia Sorella

Con la Scuola questo governo si gioca la sua partita. Ha avuto la “creatività” di non aver investito subito in assunzioni.

A volte la notte mi sogno il rientro a scuola. Ho letto le linee guida e sinceramente sono parecchio disorientata. Una cosa l’ho capita, dobbiamo essere creativi. Ogni territorio è a sé, ogni istituto pure. Libertà di gestione. Autonomia. Partecipo alle riunioni e all’ultimo collegio docenti. La DaD entra a gamba tesa nella didattica perché […] Read more…

«È colpa tua se la faccio finita. I tuoi figli non li rivedrai più». Cari giornalisti, questa è l’unica narrazione possibile. Smettetela.

E niente, questa storia mi rimbomba nelle orecchie e nel cuore. Forse perché sono una madre, forse perché sono separata o forse semplicemente perché sono una donna, una persona come Daniela. Forse perché oltre alla tragedia c’è una narrazione tossica. Quella dei giornalisti che sembrano fare due pesi e due misure. La vita di Mario […] Read more…

Da Morelli a Sgarbi, al padre che uccide i suoi figli, il “pacchetto” è lo stesso. Zitte quanto basta.

La storia dell’umanità ci vuole donne semplici. Femminili, appunto, belle bellissime, capaci di preparare un buon pranzetto, lavoratrici instancabili, se l’economia familiare lo richiede. Zitte quanto basta. Dentro alla storia dell’umanità noi donne siamo un grande vuoto. Se vi guardate indietro esistiamo a fatica nei libri scolastici, nei testi storici, letterari, nel cinema, nelle scienze, […] Read more…

Ora basta. Dobbiamo incazzarci. Non siate sottomesse.

Non aspiriamo ad essere guardate, come dice qualche cretino, a piacere ad un uomo, a compiacerlo. Aspiriamo a un lavoro che ci soddisfi, a un luogo in cui tornare la sera dove la cura sia un’ azione condivisa. Aspiriamo con coraggio a raggiungere luoghi di potere, se lo desideriamo. Non dobbiamo avere paura di competere. […] Read more…

Un padre uccide i suoi figli. Elena e Diego di 12 anni. Lo scopo punire sua moglie. “Non li rivedrai mai più”.

Margno. Casa di villeggiatura. Estate 2020. Un padre porta i suoi figli in vacanza e poi manda un messaggio alla sua ex moglie: “Non li rivedrai mai più”. Lei arriva e si contorce per terra. “Non si svegliano, non si svegliano” ripete ad un vicino. I bambini sono blu, strangolati nella notta. Gli uomini della […] Read more…

“Centro stupri”. Giovani uomini crescono. Il sistema di consensi che ruota intorno alle “bravate”.

Ci ho messo un paio di giorni per digerire la faccenda. L’episodio lo conoscete. È un sabato sera. Un gruppo di amici ventenni festeggia il compleanno di uno di loro, con tanto di maglietta stampata e prenotazione del tavolo in un discoteca su cui c’è scritto: centro stupri. Sorridono e postano i video, esibendosi e […] Read more…